Progetti di ricerca nazionali ed internazionali in ambito Cyber Security

Horizon 2020 è il più grande Programma Europeo per la Ricerca e l’Innovazione mai finanziato finora, che mette a disposizione fondi pari ad 80 miliardi di Euro nell’arco di 7 anni (dal 2014 al 2020) oltre agli investimenti di privati che verranno attratti da questa opportunità.

È certamente una iniziativa molto promettente dal punto di vista delle innovazioni, scoperte e primati mondiali che potranno essere conseguiti trasportando grandi idee dai laboratori di ricerca direttamente sul mercato, nell’ottica di migliorare la competitività globale dell’Europa.

Horizon 2020, iniziativa sostenuta con forza dai leader degli stati membri e dal Parlamento Europeo, ha l’obiettivo dichiarato di sostenere la crescita economica e di creare nuovi posti di lavoro. La ricerca è indicata come investimento strategico per il futuro ed è posta al centro delle politiche dell’Unione per lo sviluppo di un mercato del lavoro flessibile, sostenibile ed inclusivo.

Associando ricerca ed innovazione, Horizon 2020 mira al raggiungimento di questi obiettivi puntando sulla ricerca “di eccellenza”, sulla leadership in ambito industriale e affrontando sfidanti tematiche per la società.

Nel 2009, su stimolo dell’Unione Europea, lo European Institute of Innovation and Technology (EIT) ha costituito EIT ICT Labs, una delle prime Comunità per la Ricerca e l’Innovazione in Europa.

La mission di EIT ICT Labs è quella di indirizzare la leadership europea verso la realizzazione di iniziative innovative in ambito ICT, a sostegno della crescita economica e del miglioramento della qualità della vita.

Sin dal 2010, EIT ICT Labs ha costantemente riunito attorno allo stesso tavolo esponenti del mondo della ricerca, dell’istruzione e del mondo del business, allo scopo di fornire esperienze uniche per i futuri talenti del mondo ICT e di trasportare l’innovazione nel mondo reale. Tra i partner di EIT ICT Labs ci sono rappresentanti di aziende multinazionali nel settore ICT, centri di ricerca leader e quotate università europee.

Il Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività” 2007-2013 (PON “R&C”) è lo strumento attraverso il quale l’Italia contribuisce allo sviluppo della Politica di Coesione della Unione europea a favore delle proprie aree territoriali più svantaggiate. In tale ambito, l’Unione europea e l’Italia hanno condiviso che una consistente quota delle risorse dei Fondi strutturali europei fosse destinata al sostegno delle attività di ricerca e innovazione nelle 4 Regioni dell’Obiettivo “Convergenza” (Puglia, Calabria, Sicilia, Campania), con l’obiettivo di farne motori di sviluppo sociale e economico.

Il Distretto Tecnologico Cyber Security rientra nelle iniziative di sviluppo e potenziamento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) relative a “Distretti ad Alta Tecnologia, Laboratori pubblico/privati nonché azioni finalizzate alla creazione di nuovi Distretti e/o nuove Aggregazioni Pubblico/Private” nell’ambito del PON R&C per la Regione Calabria.

Il Distretto si sviluppa su tre specifici progetti di sicurezza informatica, individuati come rilevanti nell’analisi del contesto industriale e di innovazione tecnologica a cui si riferisce l’iniziativa, ossia 1) “Protezione dell’Utente Finale”, 2) “Protezione dei Servizi Digitali e di Pagamento Elettronico” e 3) “Dematerializzazione Sicura”.

Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico, ha avuto una durata di sette anni, dal 2007 al 2013. Il programma ha usufruito di uno stanziamento di bilancio che ha superato i 50 miliardi di euro.

Il 7° PQ è stato considerato lo strumento principale per soddisfare le necessità dell’Europa in termini di posti di lavoro e competitività e per permettere all’Unione di continuare ad avere un ruolo di guida nell’economia globale della conoscenza.

La maggior parte dei fondi erogati sono serviti a cofinanziare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e i progetti dimostrativi.

    II programmi quadro per la ricerca aveva due obiettivi principali:

  • rafforzare la base scientifica e tecnologica dell’industria europea e incoraggiare la sua competitività internazionale;
  • promuovere la ricerca in linea con le politiche dell’UE

Le sovvenzioni sono state assegnate in base a proposte presentate da consorzi misti costituiti da privati, esponenti del mondo della ricerca e da istituzioni pubbliche locali e nazionali, e sono state sottoposte ad una procedura di valutazione tra pari, con un meccanismo di forte concorrenza.

Per essere complementari con i programmi di ricerca nazionali, le attività di ricerca finanziate in base al 7° PQ dovevano avere un valore aggiunto “europeo” quale ad esempio la costituzione di consorzi costituiti da partecipanti provenienti da diversi paesi europei e di attività che prevedessero la mobilità e la condivisione dei frutti della ricerca «di frontiera» oltre i confini dei singolo stati nazionali.

Dai un'occhiata!

Sarà vera l'e-mail che ho ricevuto o si tratta di un inganno?

Il CERT di Poste Italiane ti avvisa se sono in corso tentativi di truffa da parte di malintenzionati e tenta di spiegarti in modo comprensibile fenomeni importanti che riguardano la sicurezza della navigazione.

Dai un'occhiata!

End-User Protection (EUP)

Il progetto si focalizza su aspetti di protezione dell’utente durante le attività di fruizione multi-contesto di servizi informatici, attraverso dispositivi personali o aziendali, individuali o condivisi, connessi in rete ed utilizzati senza alcuna soluzione di continuità tra contesti d’uso lavorativo e contesti d’uso privato.

Approfondisci >

Payment System Protection

Il progetto si focalizza sul mercato dei sistemi digitali di pagamento le cui transazioni finanziarie sono attuate con tecnologie sempre più evolute. La valutazione degli scenari di rischio assume quindi un ruolo determinante per la protezione dei sistemi di pagamento anche attraverso l’innovazione di processi, prodotti e servizi.

Approfondisci >

Secure Dematerialization (DEM)

Il progetto si focalizza sui rischi correlati alla sicurezza dei documenti gestendoli come parte integrante di una strategia globale per la protezione del patrimonio informativo. Ciò consente di limitare i rischi, ridurre i costi, aumentare l’efficienza, soddisfando i requisiti normativi ed aumentando la fiducia dei Clienti.

Approfondisci >

Ecossian

La protezione delle infrastrutture critiche (IC) richiede che vengano sviluppate soluzioni per l’incident detection e management che possano valicare i confini delle singole nazioni integrando funzionalità per singole IC e per quelle fra loro interdipendenti.

Approfondisci >

SDIM

Realizzazione di un sistema innovativo per la gestione sicura delle Identità Digitali, trans-nazionali e federate, che garantisce il rispetto della privacy, supporta la strong-authentication, la firma digitale e l’autenticazione biometrica e multicanale.

Mobile Shield

Progetto focalizzato sulla mobile security, settore di rilievo ed in forte crescita del mercato della sicurezza, ha l’obiettivo di sviluppare una piattaforma operativa di servizi di fraud-detection centrata sulle problematiche tipiche degli ambienti mobile.

CyberROAD

Progetto che intende definire una roadmap per la ricerca in relazione alla lotta al cyber crime e al cyber terrorismo, che mira a fotografare lo scenario attuale dal punto di vista tecnologico, sociale, economico, politico, legale e ad identificare tematiche incipienti.

Approfondisci >

Camino

Iniziativa Pan-europea focalizzata sulle piccole-medie imprese, per lo sviluppo di una strategia di ricerca omnicomprensiva per il cyber crime ed il cyber terrorismo, che mira a sostenere la Commissione Europea nell’assegnare le priorità ed allocare fondi per la ricerca.

Approfondisci >

Courage

Il consorzio costituito per COURAGE, mira a sviluppare una agenda di ricerca in ambito cyber crime e cyber terrorismo che indirizzi le maggiori sfide del settore, identifichi carenze e raccomandazioni di dettaglio per indirizzare la ricerca verso i bisogni concreti del mondo reale.

Approfondisci >

OF2CEN

Progetto Europeo di contrasto avanzato ai crimini informatici, in ambito bancario, finanziato dal Programma della Commissione Europea per la Prevenzione e la Lotta al Crimine (ISEC). Programma della Commissione Europea per la Prevenzione e la Lotta al Crimine (ISEC)

ACDC

Progetto che ha l’obiettivo di creare il primo Centro Avanzato di Difesa del Cyberspazio, l’ACDC Advanced Cyber Defence Center , dove le eccellenze dei diversi Paesi possano confrontarsi e collaborare per studiare nuove strategie di difesa e prepararsi ai rischi di domani.

Approfondisci >

Preemptive

Lo scopo principale di PREEMPTIVE è di fornire una soluzione innovativa per migliorare procedure, metodi e strumenti utilizzati per prevenire cyber attacchi diretti ai sistemi di controllo industriale (SCADA) e alle infrastrutture critiche di un paese (reti elettriche, idriche, ecc.).

Approfondisci >